Corso R.S.P.P. per Datori di Lavoro

Riferimenti di Legge

Il Decreto Legislativo 81/2008 Testo Unico sulla Sicurezza (Vedi Decreto):

  • all’art 2 comma 1 lettera F definisce come «Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione»: persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi;
  • all’art.17 sancisce come in delegabile l’obbligo di designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;
  • all’art 34 comma 1 permette al datore di lavoro di svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi ad eccezione dei seguenti casi:
    • nelle aziende industriali di cui all’articolo 2 del Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n. 334(N), e successive modificazioni, soggette all’obbligo di notifica o rapporto, ai sensi degli articoli 6 e 8 del medesimo Decreto;
    • nelle centrali termoelettriche;
    • negli impianti ed installazioni di cui agli articoli 7, 28 e 33 del Decreto Legislativo 17 marzo 1995, n. 230(N), e successive modificazioni;
    • nelle aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni;
    • nelle aziende industriali con oltre 200 lavoratori;
    • nelle industrie estrattive con oltre 50 lavoratori;
    • nelle strutture di ricovero e cura pubbliche e private con oltre 50 lavoratori.
  • all’art 34 comma 2 obbliga il datore di lavoro che intende svolgere i compiti di cui al comma 1, di frequentare corsi di formazione, di durata minima di 16 ore e massima di 48 ore, in base alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative, nel rispetto dei contenuti e delle articolazioni definiti mediante Accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano. (leggi accordo).
  • all’art. 34 comma 3 aggiunge che Il datore di lavoro che svolge i compiti di cui al comma 1 è altresì tenuto a frequentare corsi di aggiornamento nel rispetto di quanto previsto nell’Accordo di cui al precedente comma. Tale obbligo si applica anche a coloro che abbiano frequentato i corsi ai sensi del Decreto Legislativo 19 settembre 1994, n. 626 ed agli esonerati ai sensi dell’articolo 95 dello stesso decreto.

Destinatari

Tutti i datori di lavoro (titolari d’azienda,  legali rappresentanti o soci delegati) in possesso dei requisiti di cui al punto 5 del precedente paragrafo che intendano svolgere direttamente il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Obiettivi del corso

il percorso formativo proposto da Gruppo Uniko ha lo scopo di:

  • Permettere ai datori di lavoro di ottenere i requisiti di legge per poter svolgere il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
  • Illustrare in modo sintetico, semplice e adeguato alla natura aziendale la normativa e gli obblighi applicabili.
  • Informare, formare ed addestrare in modo molto pratico i datori di lavoro su come gestire la sicurezza all’interno della loro azienda
  • Fornire materiale, strumenti, consigli e tutta l’esperienza dei docenti e dei tecnici di Gruppo Uniko  per affrontare in modo efficace gli obblighi di cui sopra e risolvere i problemi in materia di sicurezza sul lavoro.

 Programma del Corso

Il percorso formativo è per legge diviso in tre tipologie:

  • Corso per Aziende a rischio BASSO dì durata minima di 16 ore: ristorazione, negozi, uffici, officine, carrozzerie ecc.,
  • Corso per Aziende a rischio MEDIO dì durata minima di 32ore: Trasporti, Agricoltura, Magazzini, Pubblica Amministrazione, Istruzione.
  • Corso per Aziende a rischio MEDIO dì durata minima di 48ore: Industria, Edilizia, Chimica, Sanità ecc.

La classificazione dell’azienda si ottiene dall’analisi del codice ATECO 2002(vedi classificazione ATECO). e dalla tabella comparativa di cui all’Allegato II dell’Accordo Stato Regioni (vedi allegato 2).

Il programma dei corsi creato da Gruppo Uniko rispetta i requisiti minimi dell’Accordo Stato Regioni, ma viene di volta in volta adattato alle esigenze dei discenti con illustrazioni, analisi e discussioni inerenti a reali problematiche e situazioni aziendali. Le lezioni sono intelligentemente organizzate in modo da creare aule composte da discenti appartenenti a realtà aziendali simili e aventi analoghe richieste formative. Le lezioni sono inoltre pianificate al fine di avere la migliore conciliazione tra esigenze professionali (orari di apertura, giorni di chiusura festività ecc) e esigenze di vita personale dei discenti e dei docenti.

Di seguito si riportano i requisiti minimi del corso come imposti dall’Accordo Stato Regioni organizzati secondo una nostra proposta:

Modulo 1. – NORMATIVO – GIURIDICO

Durata: Rischio BASSO e MEDIO 4 ore, Rischio ALTO 8 ore
Il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori. La Responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa. La “Responsabilità Amministrativa” delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di responsabilità giuridica (ex D. Lgs. 231/2001). Il Sistema istituzionale della prevenzione. I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale secondo il D. Lgs. 81/2008: compiti, obblighi e responsabilità. Sistema di qualificazione delle Imprese.

Modulo 2. – GESTIONALE – Gestione ed organizzazione della sicurezza

Durata: Rischio BASSO 4 ore, Rischio  MEDIO e ALTO 8 ore
I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi. La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi. La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori. Il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR): contenuti, specificità e metodologie. Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza. Obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione. Il Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza (DUVRI). La gestione della documentazione tecnico amministrativa. L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze.

Modulo 3. – TECNICO – Individuazione e valutazione dei rischi

Durata: Rischio BASSO 4 ore, Rischio  MEDIO 12 ore, Rischio ALTO 24 ore
Principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione. Il Rischio Stress lavoro-correlato. Rischi collegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi. I DPI (dispositivi di protezione individuale). La sorveglianza sanitaria.

Modulo 4. – RELAZIONALE – Formazione e Consultazione dei Lavoratori

Durata: Rischio BASSO 4 ore, Rischio  MEDIO e ALTO 8 ore
L’informazione, la formazione e l’addestramento. Le tecniche di comunicazione. Il sistema delle relazioni aziendali e delle comunicazioni in azienda. La consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

AGGIORNAMENTO
Come previsto dall’art. 34 comma 3 del D. Lgs. 81/08 e secondo quanto imposto dall’Accordo Stato Regioni l’aggiornamento della formazione deve essere svolto secondo la classificazione aziendale di cui al paragrafo precedente con le seguenti modalità:

  • Corso per Aziende a rischio BASSO dì durata di 6 ore
  • Corso per Aziende a rischio MEDIO dì durata di 10 ore
  • Corso per Aziende a rischio MEDIO dì durata minima di 14 ore

I contenuti dei corsi di aggiornamento non prevedranno gli stessi argomenti trattati nel corso iniziale ma verranno svolte tematiche su nuove normative, tecnologie, sistemi di prevenzione negli ambiti imposti dall’Accordo e in base alle necessità formative emergenti dei discenti.

Metodologia:

La metodologia di insegnamento e di apprendimento sono incentrate su metodologie interattive che mettono in luce la realtà del discente. Il corso prevede un equilibrio tra lezioni frontali erogate da docenti esperti, esercitazioni in aula e relative discussioni, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo prefissato per ogni modulo. Il metodo di apprendimento è basato sul problem solving. A tal fine saranno applicate simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione.

ORGANIZZAZIONE, VALIDITA E ATTESTAZIONE

Gruppo Unko

Il Corso di Formazione per DL SPP viene erogato da Gruppo Uniko in qualità di Centro Formazione AiFOS. (vedi attestato). L’attestato rilasciato è valido su tutto il territorio nazionale.

L’attestato ha validità di 5 anni alla scadenza dei quali la formazione deve essere aggiornata secondo quanto riportato nel paragrafo ‘AGGIORNAMENTO’ e sarà premura di Gruppo Uniko avvisare i partecipanti in prossimità della scadenza proponendo contestualmente il primo corso di aggiornamento disponibile.

Il numero massimo di partecipanti per ogni percorso formativo è di 35 unità.