Le risposte alle domande più frequenti.

Per risolvere ogni dubbio

Sicurezza, finanza e tutela ambientale sono materie complesse che fanno sorgere sempre molti dubbi e molte perplessità.

Qui di seguito abbiamo raccolto le domande che ci vengono poste più frequentemente.

Per risolvere ogni dubbio

Sicurezza, finanza e tutela ambientale sono materie complesse che fanno sorgere sempre molti dubbi e molte perplessità.

Qui di seguito abbiamo raccolto le domande che ci vengono poste più frequentemente.

Che tipo di formazione deve garantire il datore di lavoro per i lavoratori che fanno uso di transpallet elettrici timonati con uomo NON a bordo (con o senza castello di sollevamento)?

Gruppo Uniko risponde

È necessaria la formazione di cui all’art. 37 (generale e rischi specifici della mansione) secondo l’accordo Stato Regioni del 21/12/2011, integrandola con una formazione specifica sull’uso dell’attrezzatura come previsto dall’art. 7. Non è prevista la specifica abilitazione (detta impropriamente patentino) di cui al comma 5 secondo l’accordo Stato Regioni del 22/02/2012.

La mia abilitazione di carrellista è scaduta da più di un anno. Devo rifare tutta la formazione dall’inizio?

Gruppo Uniko risponde

Chi si ritrova l’abilitazione scaduta non deve ripetere la formazione dall’inizio, ma questa rimane in pausa fino al momento del rinnovo. Il rinnovo dell’abilitazione avviene mediante la partecipazione ad un corso di aggiornamento di 4 ore. Nel frattempo però non sei abilitato e quindi autorizzato ad utilizzare l’attrezzatura.

Cosa devo fare se un mio dipendente non indossa le scarpe antinfortunistiche nonostante ripetuti solleciti?

Gruppo Uniko risponde

ll Datore di lavoro ha l’obbligo di consegnare ai lavoratori i Dispositivi di Protezione Individuale (art. 18 ex D .Lgs. 81/08) e loro hanno l’obbligo di indossarli (art. 20 ex D .Lgs. 81/08). La consegna deve essere documentata e il lavoratore deve essere informato e formato sulle modalità di utilizzo, conservazione e sostituzione. Se il lavoratore non li indossa, lo stesso può essere sanzionato con un’ammenda da 245,70 a 737,10 euro fino ad arrivare all’arresto fino ad un mese (art. 59 ex D. Lgs. 81/08), ma soprattutto il lavoratore deve essere sanzionato dal datore di lavoro attraverso le modalità previste dal codice disciplinare contenuto dal CCNL a seguito di ripetuti richiami verbali e scritti.
Sono infatti stati ritenuti legittimi per giusta causa i licenziamenti effettuati nei confronti di lavoratori che non indossavano correttamente i DPI dopo essere stati richiamati più volte sull’obbligo di indossarli.

Sono iniziati dei lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto elettrico appaltati ad una ditta esterna. Come mi devo comportare?

Gruppo Uniko risponde

Il Datore di Lavoro deve applicare quanto riportato dall’art. 26 del D. Lgs. 81/08:

  1. Verificare i requisiti tecnico professionali degli appaltatori richiedendo loro informazioni sul lavoro da svolgere, i rischi generati e le misure di prevenzione e protezione messe in atto dagli stessi
  2. Coordinarsi con gli appaltatori rendendoli consapevoli dei rischi presenti nei luoghi di lavoro oggetto dell’appalto e coordinandosi con loro sulle misure di prevenzione e protezione per prevenire i rischi da interferenza
  3. Redigere con gli appaltatori in Documento di Valutazione dei Rischi da Interferenza (DUVRI)
  4. Sorvegliare il corretto svolgimento dei lavori e il rispetto delle misure di sicurezza previste.

Sono stato eletto RLS? Cosa implica questo?

Gruppo Uniko risponde

I lavoratori hanno diritto di Eleggere un loro Rappresentante al fine di:

  1. Ricevere un’adeguata formazione attraverso un corso di 32 ore ed un aggiornamento annuale di 4 ore
  2. Partecipare al processo di valutazione dei rischi e poter prendere visione del relativo Documento
  3. Essere consultato in merito alle misure di prevenzione e protezione da attuarsi per eliminare o ridurre i rischi
  4. Sorvegliare i luoghi di lavoro e i lavoratori per verificare la corretta attuazione delle misure di prevenzione e protezione
  5. Partecipare alla riunione periodica (annuale) della sicurezza, ai sopralluoghi del RSPP e del medico competente, essere consultato durante le visite degli organi di vigilanza.

Non hai trovato quello che cercavi?

Contattaci subito

Contattaci compilando il form qui di seguito, ti risponderemo il prima possibile.

Lascia i tuoi dati e la tua domanda.

Confermi l'accettazione della nostra Privacy Policy

Chiamaci

Contattaci

Usa la nostra live chat

Rimani aggiornato.

Iscriviti alla nostra newsletter